Matematica 1

BENVENUTI A SCUOLA! anche peso, durezza ecc.), mentre l attributo è la qualità che possiede l oggetto (rosso, pesante ecc.). L attività introduttiva con i blocchi logici può partire lasciando che gli alunni giochino con i pezzi liberamente, anche come materiale per costruzioni. Successivamente, potremo condurre un osservazione guidata, con lo scopo di affinare le abilità percettive e logiche. Ecco le tappe essenziali: gli alunni sono seduti in cerchio in modo da poter sentire ed eseguire le nostre richieste. Prendiamo in mano un blocco per volta e chiediamo a ciascuno quali siano il suo colore, la sua forma, il tipo di spessore e la categoria di grandezza; ogni alunno/alunna sceglie un blocco e lo descrive, ricordando le quattro caratteristiche (colore, forma, spessore e grandezza), per esempio: blu, triangolo, spesso e grande; ogni alunno/alunna, a turno, sceglie mentalmente un pezzo e lo descrive, elencando i quattro attributi; in base a queste informazioni, gli altri individuano quello scelto nel mucchio di blocchi visibili su un foglio disteso a terra; ogni alunno/alunna enuncia un attributo (per esempio: giallo ) e invita un gruppo di compagni/compagne a prendere in mano ciascuno un pezzo, secondo il suo comando, poi enuncia la grandezza (per esempio: grande ) e si eliminano tutti i compagni o le compagne che avevano preso pezzi gialli piccoli; a questo punto, definisce la forma desiderata e così si continua a escludere chi non ha in mano il pezzo con le caratteristiche scelte. Questo esercizio introduce l idea di sottoinsieme. Il gioco del sì e del no Il gioco propone un ulteriore compito di analisi delle caratteristiche degli oggetti. Ogni alunno/alunna può porci una domanda per indovinare un oggetto nascosto, ma riceverà solo le risposte sì o no . Naturalmente ciò induce a porre domande precise e, se la classe è attenta e pronta a questa riflessione, possiamo anticipare che a domande sulla grandezza o sull altezza è impossibile rispondere in modo sintetico, perché per definire alto un oggetto è necessario un termine di paragone. 2. RITMI E SUCCESSIONI Schede 22-28 Collegamenti interdisciplinari: Educazione Motoria e Musica Nel lavoro di classe e in chiave interdisciplinare si raccomanda di stimolare gli alunni a scoprire collegamenti e verbalizzare regolarità e ritmi in successioni di oggetti, immagini e suoni. Queste successioni, rilevabili in situazioni concrete, si possono rappresentare con schematizzazioni elementari. Resta fondamentale osservare gli alunni per individuare eventuali carenze e intervenire per colmare le insicurezze. Proponiamo di seguito alcuni esempi di attività. Il gioco della matematica in musica Chiediamo agli alunni di compilare semplici schemi, composti da pochi elementi ripetuti nel tempo e separati da intervalli, e di saper collocare oggetti nello spazio e nel tempo in un dato ordine. Come prima esercitazione, eseguiamo dinanzi alla classe 5 o 6 battute di mani, scandite da un intervallo regolare, e invitiamo gli alunni a riprodurle insieme. All inizio 34

Matematica 1
Matematica 1
Guide smart