Matematica 1

PER INIZIARE tere plausibile o meno del risultato di un calcolo, anche nella vita di tutti i giorni. Il calcolo mentale e la stima sono interdipendenti: una buona padronanza del calcolo mentale permette di elaborare stime credibili. L acquisizione del «senso del numero , vale a dire l intuizione delle quantità, la capacità di fare delle stime e l attitudine a comprendere e utilizzare le operazioni, deve essere perseguita in classe prima attraverso le prime esplorazioni dei numeri naturali e delle loro relazioni. I bambini e le bambine arrivano alla Scuola Primaria essendo in genere padroni della cosiddetta «conta verbale , ma avendo spesso una conoscenza limitata della quantità rappresentata dalla numerazione: possono cioè essere in grado di contare fino a 20, ma non essere in grado di mostrare 20 oggetti in un raggruppamento che ne comprenda un numero maggiore. Recenti studi delle scienze cognitive hanno messo in evidenza che l acquisizione della sequenza numerica verbale ha un ruolo determinante nella conquista del senso del numero ed è su di essa che si edificano le successive acquisizioni. La sequenza numerica è infatti utilizzata non solo per enumerare elementi associando a ciascun elemento il nome di un dato numero, ma anche per ottenere il risultato di un calcolo, per determinare per esempio la quantità ottenuta aggiungendo 5 oggetti a 3 oggetti (4 5 6 7 8) e per indicare quanti oggetti occorre aggiungerne a 7 per ottenerne 11 (8 9 10 11). Per questo è bene abituare gli alunni a contare in senso progressivo e regressivo. La lingua, il linguaggio e gli aspetti trasversali La comprensione del testo di una consegna o di un problema è in primo luogo una competenza linguistica. Di fondamentale importanza è, quindi, l acquisizione del vocabolario di base della matematica, con gli indicatori di quantità e le parole che li connotano (tranne, tutti, alcuni, solamente ecc.). Per parlare di matematica si usa la lingua; per conoscere il linguaggio della matematica si usano numeri e simboli; per fare matematica si utilizzano tutte le risorse a disposizione: la lingua, il linguaggio matematico, le capacità logiche, l intuizione, il metodo di studio. dunque evidente quanto sia fondamentale insegnare a chiamare le cose con il loro nome e indirizzare a una modalità ordinata e consequenziale delle operazioni, nella quale anche gli aspetti meccanici e/o intuitivi trovano la giusta collocazione. In altre parole, a prescindere dal metodo che intendiamo utilizzare, cerchiamo di fornire una chiave di lettura del discorso matematico, fatta di parole, azioni, calcoli che organizzano i contenuti della disciplina. 24

Matematica 1
Matematica 1
Guide smart