Italiano 1

BENVENUTI A SCUOLA! Conosciamoci! Prime attività di socializzazione per star bene a scuola Il grande giorno è arrivato! I bambini entrano per la prima volta nella Scuola primaria, sicuramente un po intimoriti, ma anche pieni di curiosità e di entusiasmo. Accogliamoli con serenità, invitiamoli a entrare in aula e a guardarsi intorno. Lasciamoli liberi di scegliere il loro posto, rassicuriamoli e cerchiamo il più possibile di farli sentire a loro agio. Sin dal primo giorno di scuola, il nostro compito di insegnanti è quello di promuovere la relazione, la socializzazione e l interazione tra di loro e, ovviamente, tra noi e loro. Facciamo trovare alla lavagna o sulla parete una scritta semplice e allegra: Ciao! Benvenuti! Quando tutti avranno scelto il loro posto e si saranno seduti, presentiamoci, quindi invitiamoli a presentarsi a loro volta con il loro nome. Consegniamo a ciascuno il cartellino del nome e attacchiamolo sul banco. Iniziamo una conversazione, facciamoli parlare, chiediamo loro come si sentono, se sono preoccupati, se sono contenti, se sono emozionati, se stanno bene insieme o se, al contrario, sono tristi e non vedono l ora di tornare a casa. A questo punto, il ghiaccio è rotto e possiamo cominciare a proporre le diverse attività. Di seguito presentiamo alcuni suggerimenti di giochi e attività per i primi giorni e non solo, finalizzati alla socializzazione e alla conoscenza. Sarebbe bene prevedere la compresenza di due insegnanti, affinché uno dei due docenti possa osservare e registrare il comportamento degli alunni. Le sagome (2) Consegniamo a ogni bambino e bambina una sagoma e invitiamoli a disegnare sul volto di questa sagoma l espressione che corrisponde al proprio stato emotivo e poi a colorarla. Al termine del lavoro, commentiamo le espressioni che hanno disegnato, chiediamo perché sono contenti o tristi, facciamoli parlare di sé. Consegniamo a ciascuno di loro il secondo cartellino con il proprio nome che abbiamo preparato precedentemente e chiediamo di attaccarlo sulla sagoma. Attacchiamo le sagome, in ordine sparso, sulle pareti dell aula. Io sono Per aiutare i bambini a conoscersi tra di loro e a memorizzare rapidamente i loro nomi, portiamoli in un luogo ampio, dove possano muoversi liberamente come un giardino o la palestra, e facciamoli disporre in due file parallele; al via dell insegnante i due capofila devono correre verso un posto convenuto, mettersi uno di fronte all altro e gridare: «Ciao, io sono Roberta! . Il gioco prosegue fino a quando tutti avranno pronunciato il proprio nome. Inizialmente, i bambini potrebbero dimostrarsi timidi e titubanti: ripetiamo il gioco più volte e incoraggiamoli. Osserviamoli durante il gioco e prendiamo nota dei loro comportamenti, in particolar modo se si mostrano timidi o spavaldi. 69

Italiano 1
Italiano 1
Guide smart