Volume 2

C era un bambino, però, che non lo ascoltava mai. Si chiamava Leon ed era molto testardo. Leon pensava che il semaforo fosse noioso e, ogni volta che lo incontrava, non lo ascoltava e non lo guardava. Il semaforo era molto preoccupato per lui. Un giorno Leon stava per attraversare la strada nonostante il semaforo gli stesse dicendo di fermarsi: guardava il suo libro e canticchiava senza ascoltarlo. Una bicicletta stava arrivando a tutta velocità. Il semaforo era disperato perché non sapeva come aiutare Leon, ma alla fine gli venne un idea. Usò tutta la sua energia per cambiare colore da verde a rosso, così la bicicletta si fermò subito e Leon si salvò per un pelo. Il bambino ebbe così paura che da quel giorno capì che il semaforo aveva ragione e grazie a lui imparò tutte le regole della strada. Claudia Masiero Dopo aver letto il racconto, stimoliamo una conversazione con i bambini e le bambine ponendo loro alcune domande. Perché il semaforo è speciale? Chi è Leon? Che cosa succede un giorno? Tu conosci le regole stradali? 471

Volume 2
Volume 2
Tutto è possibile