Volume 2

A un tratto, vede davanti a sé un coniglio bruno. Sei tu il coniglio di Pasqua? gli chiede Fiocco timidamente. No, no, io sono un leprotto. E tu chi sei? L amicizia è presto fatta e, quando sente il progetto di Fiocco, il leprotto è entusiasta: Voglio fare anch io il coniglio di Pasqua! esclama. Tornando verso il pollaio della fattoria, si fermano a chiacchierare con una gallina che regala loro delle uova. Andiamo a casa mia propone Fiocco la mamma ci aiuterà a dipingerle. Ma, poco prima di arrivare alla tana, i due inciampano e, oplà, fanno una bella frittata. Che peccato! Arrivano a casa molto tristi, ma si consolano in fretta perché il coniglio di Pasqua è passato di lì e ha lasciato per loro un bellissimo uovo. Evviva! Evviva! gridano i due amici sorpresi e felici. E infine, stanchi di tante corse, si addormentano insieme, sognando il loro eroe, il fantastico coniglio di Pasqua. Kathrin Siegenthaler, Marcus Pfister, Fiocco e le uova di Pasqua, Nord-Sud Edizioni Dopo aver letto il racconto, stimoliamo una conversazione ponendo ai bambini e alle bambine alcune domande. Chi vuole diventare Fiocco? Chi incontra nel prato? Che cosa vogliono fare i due amici con le uova? Che cosa succede alla fine? 233

Volume 2
Volume 2
Tutto è possibile