Volume 1

SEGNALI PREDIT TIVI Per esempio, potrebbero essere evidenti alcune strategie di compensazione che il bambino o la bambina adotta per affrontare le sue difficoltà. Attraverso l osservazione, è possibile identificare pattern di comportamento che si verificano ripetutamente e che potrebbero essere indicativi di specifici DSA. Per i/le docenti quindi, prima ancora che si instaurino le capacità di lettura, scrittura o calcolo, è fondamentale individuare i segnali che indicano quando un bambino o una bambina non segue i processi evolutivi attesi. Per esempio: a 5 anni, non imparare e non saper «recitare la sequenza dei numeri da 1 a 10 o i giorni della settimana in maniera agile può indicare la presenza di alcuni ostacoli nei processi di apprendimento. Questo non significa evocare subito la possibile presenza della dislessia, ma è un segnale che ci deve far capire che a questi bambini e bambine va riservata più attenzione per aiutarli a crescere. (www.anastasis, 2018) Spesso alcuni segnali predittivi, correttamente rilevati e osservati, non sono ritenuti significativi perché i bambini e le bambine si sottraggono al compito o mettono in atto meccanismi di evitamento. A volte questi comportamenti vengono interpretati in maniera errata sostenendo che l alunno/a è timido/a, svogliato/a, distratto/a o non ha voglia di impegnarsi. In queste fasi dell apprendimento è invece fondamentale che i/le insegnanti si concentrino su questi segnali predettivi per tentare di comprendere se sono difficoltà reali o caratteristiche comportamentali e/o relazionali personali. Le abilità che i bambini e le bambine sviluppano durante la Scuola dell Infanzia sono le fondamenta su cui poggeranno le abilità di lettura, di scrittura, di calcolo degli anni a venire: una buona osservazione e il conseguente potenziamento potranno aiutare a ridimensionare molti insuccessi scolastici. 167

Volume 1
Volume 1
Tutto è possibile