Volume 1

TEORICI Prerequisiti non linguistici del CLIL nella Scuola dell Infanzia Se la conoscenza della lingua non è un prerequisito, possiamo invece voler presentare progetti didattici in lingua veicolare agli alunni e alle alunne che abbiano acquisito gli obiettivi minimi nella capacità di attenzione e di resistenza alla frustrazione. Le attività proposte in lingua, in questo caso, saranno brevi e ludiche, ma richiederanno la capacità di prestare ascolto, di selezionare le informazioni e di non scoraggiarsi di fronte all esperienza della non-comprensione linguistica. Dal punto di vista dei contenuti, possono essere adattati al CLIL molti insegnamenti fondamentali, ma risultano particolarmente strategici quelli che permettono l utilizzo di oggetti reali da mostrare e manipolare e l espressione corporea tramite gesti e movimenti. Si raccomanda di evitare temi astratti, privilegiando concetti che fanno parte dell esperienza dei bambini e delle bambine. Finalità del CLIL nella Scuola dell Infanzia Il CLIL ha due finalità integrate: presentare argomenti e sviluppare competenze inerenti alle discipline, ed esporre alla lingua inglese i discenti, migliorando le loro abilità linguistiche. Tipicamente, i progetti CLIL nella Scuola primaria e secondaria sono caratterizzati dall insegnamento di set di vocaboli appartenenti all ambito settoriale della disciplina. Nella Scuola dell Infanzia i progetti di insegnamento esperienziale possono essere sviluppati utilizzando parole ad alta frequenza, che usiamo quotidianamente e che descrivono eventi e fenomeni appartenenti all esperienza di bambini e bambine di 4-5 anni. 144

Volume 1
Volume 1
Tutto è possibile