Guida per l'insegnante 1

TERRACASA 1ª La storia di ELICA ELICA scopre i rottami di una vecchia nave affondata. Entra senza paura in un buco che si apre tra le assi spezzate. Dentro, tutto sembra in attesa, gli oggetti sono ancora come nuovi, solo la sabbia ha ricoperto le cose con uno strato leggero. Con una delle pale, ELICA tocca un alga viscida che ondeggia e rabbrividisce. All improvviso un fantasma esce dall ombra ed ELICA si spaventa: Vai vicino, non venire lontano! urla al fantasma, facendo confusione. Il fantasma allunga le sue braccia verso ELICA e l avvolge completamente. Povera me, sono libera! sussurra con un filo di voce, sentendosi prigioniera. Adesso ELICA non vede più nulla, il fantasma l avvolge e lei si sente soffocare. Spaventata, comincia a tremare e così facendo mette in moto le sue pale. Solo in quel momento ELICA scopre il mistero: il fantasma che la tiene prigioniera è soltanto un enorme sacco di plastica che penzola dall albero maestro della nave. Il sacco viene gonfiato dall acqua e prende strane forme: proprio per questo ELICA lo aveva scambiato per un fantasma. Adesso è impigliato nelle pale e non fa paura, proprio per niente: Acciderbolina! Il fantasma non esiste, ho preso fischi per fiaschi, o forse ancora meglio sacchetti per fantasmi! ride, sospirando di sollievo. 40 COMPRENDO  Che cosa ha scoperto Elica sul fondo del mare?  Chi appare all improvviso dentro la nave?  Che cosa prova Elica alla vista del fantasma?  Come finisce la storia? LA E IN FILASTROCCA  Leggiamo e ripetiamo la filastrocca con bambini/ bambine, enfatizzando la pronuncia della vocale E. Tra i rottami che ci sarà? Forse Elica lo scoprirà. Un fantasma dentro un onda la spaventa e la circonda. Niente paura, poffarbacco: il fantasma è solo un sacco!

Guida per l'insegnante 1
Guida per l'insegnante 1
TerraCasa