Guida per l'insegnante 1

SPAZIO E FIGURE Storia dell esploratore Questa è la storia stramba di un esploratore di nome Salvatore. Salvatore era l ultimo discendente della tribù dei Cercatori di Tesori e abitava in un paese piccino nel lontano continente Artico. I suoi avi avevano solcato tutti e sette i mari e avevano attraversato tutto il mondo conosciuto. Grazie alla loro straordinaria abilità nel leggere qualsiasi tipo di mappa, i Cercatori erano una tribù molto ricca e avevano dissotterrato più di cinquanta tesori. Salvatore era arrivato a compiere sette anni, l età giusta per diventare vero Cacciatore di Tesori. Doveva, quindi, affrontare una prova abbastanza pericolosa per riuscire a tenere alto il nome di tutti suoi antenati ed essere così degno di ricevere il medaglione magico che permetteva di capire la propria posizione minuto per minuto. Una mattina, mentre ancora era nel mondo dei sogni, Salvatore sentì bussare incessantemente alla porta. Allarmato, si svegliò di soprassalto e andò ad aprire; vide una lunga barba bianca e un cappello vichingo, con le corna più grandi che avesse mai visto; non poteva che essere Tu-trovà, il più anziano ed esperto cercatore di tesori di tutta la tribù. Subito l uomo tirò fuori dalla sua borsa una pergamena e la consegnò a Salvatore dicendogli: Ecco, con questa riuscirai a capire dove si nasconde tuo padre! e senza aggiungere altro scomparve nella nebbia nordica. Salvatore si trovava lì da solo, con una misera pergamena in mano a dover affrontare un viaggio pericolosissimo! Prese subito tutte le sue cose e si mise in viaggio, ma c era solo un problema: la pergamena che Tu-trovà gli aveva consegnato era piena di linee e punti e Salvatore non aveva la più pallida idea di cosa volessero dire. Di una cosa però era certo: quella che aveva tra le mani era una mappa. Oh mamma mia! esclamò Salvatore. Non sono mai stato bravo a leggere le mappe! Proverò ad andare sempre dritto, da qualche parte arriverò! Così si mise in viaggio e cammina cammina arrivò in un paese molto strano: gli abitanti erano tutti alti uguali e si muovevano in modo davvero bizzarro! Potevano andare avanti e indietro, o anche di lato, ma tenevano sempre lo sguardo fisso davanti a loro; proprio per questo spesso si scontravano, anche violentemente, l uno con l altro! 295

Guida per l'insegnante 1
Guida per l'insegnante 1
TerraCasa