Quando si ruppe la lavatrice

classe 5a maggio QUANDO SI RUPPE LA LAVATRICE Quando il papà lo chiama per la colazione, Sixten sta annusando un paio di calze che, un tempo, dovevano essere state bianche. Allora, vieni o non vieni? grida il papà. Arrivo subito risponde Sixten arricciando il naso. Non ci sono più vestiti puliti, e nemmeno semisporchi. Da quando si è rotta la lavatrice, i suoi indumenti estivi sono finiti. Il papà non si è ancora deciso a ripararla. Dal giorno in cui la mamma se n è andata, sono molte le cose che il papà non riesce a riparare. Per ora si è limitato a smontare la lavatrice, appoggiando i pezzi svitati su un giornale in bagno. Quando Sixten entra in cucina, il papà ha già cominciato a fare colazione. Mangia di gusto, come è giusto che faccia uno che ha lavorato tutta la notte. Che tempo splendido! esclama il papà. L estate è iniziata. Già dice Sixten. Domani è l ultimo giorno di scuola. Il papà alza gli occhi dal piatto e dice: Non puoi mica uscire con quei vestiti! Sixten indossa un paio di pantaloni da sci e un maglione in tinta. Ai piedi porta un paio di calzettoni di lana grigia. Sixten si siede e inforca una patata. E perché non potrei uscire vestito così? Perché è estate! Fuori fa un caldo terribile! Ti prenderanno in giro. Nessuno prende in giro gli altri dice Sixten. Sai che è veramente buona questa colazione? Allora il papà sorride. Guarda amorevolmente Sixten che si è riempito la bocca di prosciutto. Sei sazio? Vuoi qualcosa d altro? Magari un uovo fritto risponde Sixten. Il papà va a prendere un uovo in frigo. Sixten ne approfitta per passare nel piatto del papà la maggior parte della sua porzione. Poi si alza. Ulf Stark, Quando si ruppe la lavatrice, Piemme 146

Volume 4-5
Volume 4-5
Giornate dai mille colori