Guida per l'insegnante 1-2-3

CL AS SE 2 AP RIL E Grazie alla nostra simulazione i bambini e le bambine, anche se piccoli, non avranno difficoltà a comprendere il significato della vicenda. In questo racconto sono presenti due momenti: uno di perdita e dolore, uno di ritrovamento e gioia. Sottolineiamo che la moneta viene ritrovata grazie alla luce. Proseguiamo, quindi, raccontando il miracolo con cui Gesù restituisce la vista al cieco (Giovanni 9). Anche in questo caso, facciamo precedere la narrazione con una simulazione: bendiamo uno dei bambini o delle bambine e chiediamogli/le di raggiungere uno dei compagni o delle compagne, che lo/la guiderà solo con la voce. Alunni e alunne si accorgeranno che l impresa non è affatto semplice. Tornare a vedere, quindi, è un grande dono, ma il regalo che fa Gesù al cieco è più grande, perché vengono aperti anche gli occhi del cuore . Invitiamo, allora, la classe a provare a utilizzare anche questa vista per fare attenzione alle emozioni degli altri, a notare quando qualcuno è triste o ha bisogno di aiuto. Narriamo, infine, che alla fine del suo viaggio, Gesù viene catturato e condotto alla morte da persone che non capivano il suo messaggio. La morte di Gesù però non dura molto: con la Pasqua Gesù rinasce, risuscita. Mostriamo, quindi, i simboli della Pasqua: la luce, l ulivo, la colomba, il pulcino che esce dall uovo e spieghiamo di ognuno il significato. La Scheda 1 ci aiuterà a far lavorare alunni e alunne su questi contenuti. Scheda 1 pag. 105 103

Guida per l'insegnante 1-2-3
Guida per l'insegnante 1-2-3
Cammino con te