STORIA 4

GLI EGIZI Quaderno p. 149 La religione Per gli Egizi la religione era la pratica più importante e il cuore di ogni attività. Erano politeisti e credevano che ogni aspetto della vita o della morte dipendesse dalla volontà degli dèi. Pensavano anche che ogni cosa fosse divina: per questo motivo veneravano tutti gli elementi della natura, compresi il Nilo e gli animali. Gli Egizi consideravano sacri il bue, simbolo della fertilità e della ricchezza, il gatto, che teneva lontani i topi dai granai, il coccodrillo, che annunciava le piene del Nilo, e l ibis, l uccello che divorava i serpenti. Le divinità egizie, dunque, potevano essere zoomorfe, cioè avere l aspetto di un animale, antropomorfe, con l aspetto di un essere umano, oppure miste, cioè con il corpo di un uomo e la testa di un animale. Per onorare gli dèi, gli Egizi costruirono grandi templi in pietra, che custodivano il santuario e la statua della divinità a cui erano dedicati. AMON-RA era il dio del sole, creatore del mondo e padre di tutti gli dèi e dei faraoni. Era raffigurato con la testa di falco e un disco solare sul copricapo. OSIRIDE era il dio del regno dei morti e dell agricoltura. Aveva l aspetto di un uomo con la pelle verdastra e indossava i simboli del potere del faraone. HORUS, dio dalla testa di falco, era il protettore del faraone. ISIDE, sposa di Osiride e madre di Horus, era la dea dell amore, della fertilità e della Luna. Sul capo aveva corna di bue e un cerchio solare. ANUBI, il dio dalla testa di sciacallo, era il custode dei morti e accompagnava i defunti al tribunale dell oltretomba. Sottolinea in rosso, per ogni divinità, i simboli e le caratteristiche con cui veniva rappresentata. 61

STORIA 4
STORIA 4
SFOGLIAMONDO