STORIA 4

STORIA Quaderno p. 147 Agricoltura e allevamento Per sfruttare al meglio le acque del Nilo, gli Egizi costruirono un complesso sistema di opere idrauliche: argini di protezione per evitare che le piene distruggessero interi villaggi, dighe per conservare l acqua nei periodi di siccità, canali per portare acqua nei campi lontani dal Nilo e pozzi a bilancia per prelevare l acqua del fiume. Le principali coltivazioni erano di cereali, legumi, ortaggi e frutta, soprattutto uva, fichi e datteri. Gli Egizi coltivavano anche il lino e raccoglievano il papiro, una pianta acquatica che cresceva sulle rive del Nilo. Nella zona paludosa del delta del Nilo, poco adatta all agricoltura, gli Egizi allevavano ovini, suini, anatre, oche, bovini e asini. Praticavano l apicoltura per la produzione di miele e cera e utilizzavano i dromedari per il trasporto delle merci. Lungo il fiume, gli Egizi si dedicavano alla pesca, mentre nelle zone dove la vegetazione era molto fitta cacciavano uccelli, coccodrilli e ippopotami. Nel deserto, infine, catturavano leopardi, antilopi e gazzelle. Il pozzo a bilancia, chiamato shaduf, era formato da un bastone con un masso legato a un estremità e una corda con un secchio legata all altra estremità. Tirando la corda si immergeva il secchio nell acqua; quando questo era pieno si spingeva il masso verso terra e il secchio si sollevava. FOCUS su... Il papiro Con il papiro gli Egizi realizzavano corde, ceste, sandali, imbarcazioni e, soprattutto, fogli su cui scrivere. Per creare una superficie simile al nostro foglio di carta, si prendeva la parte interna del fusto del papiro e la si tagliava in strisce sottili (1). Queste venivano poste una accanto all altra, in più strati incrociati, su una tavola di legno (2) e la superficie veniva spianata con una pietra. Infine, si lasciava essiccare il foglio al sole (3). 56 Inserisci al posto giusto nelle immagini i numeri indicati nel testo.

STORIA 4
STORIA 4
SFOGLIAMONDO