STORIA 4

STORIA Quaderno pp. 164, 166 Un popolo in cammino Agli inizi, gli Ebrei furono un popolo di pastori nomadi. Intorno al 1800 a.C., dalla Mesopotamia, si stabilirono nella Terra di Canaan, l attuale Palestina. Qui, nella valle resa fertile dal fiume Giordano, trovarono buoni pascoli per le loro greggi. Nel 1500 a.C., forse a causa di una carestia, gli Ebrei emigrarono in Egitto, dove furono fatti schiavi. Per opera di Mosè, nel 1250 a.C., riuscirono a liberarsi e a tornare nella Terra di Canaan dove fondarono, nel 1050 a.C., il Regno d Israele. Da pastori nomadi, gli Ebrei diventarono agricoltori sedentari: coltivavano grano, orzo, alberi da frutto, vite, ulivo e lino. Nelle zone costiere, scambiavano i prodotti della loro terra con metalli e legname. Lungo il fiume Giordano e nel lago di Tiberiade praticavano la pesca. Il termine ebreo significa «colui che si sposta continuamente . Il primo re d Israele fu Saul, seguito da David, che fissò la capitale del regno a Gerusalemme, e da Salomone. Dopo la morte del Re Salomone, nel 926 a.C., il regno si indebolì e subì le invasioni degli Assiri e dei Babilonesi, che nel 587 a.C. distrussero la capitale. Nel 70 d.C., i Romani conquistarono le loro terre e costrinsero gli Ebrei a migrare altrove: ebbe così inizio la diaspora, ovvero la dispersione degli Ebrei nel mondo. Osserva la linea del tempo e completa le didascalie con le date corrette. Gli Ebrei arrivano a Canaan. 2000 a.C. 112 Gli Ebrei emigrano in Egitto. Gli Ebrei tornano a Canaan. Gli Ebrei fondano il Regno d Israele. 1000 a.C. I Romani conquistano le loro terre e gli Ebrei migrano altrove. 500 a.C. nascita di Cristo

STORIA 4
STORIA 4
SFOGLIAMONDO