STORIA 4

STORIA Quaderno pp. 161-162 Empori e colonie A partire dal 1100 a.C., con l intensificarsi dei traffici commerciali, i Fenici fondarono numerosi empori. Si trattava di basi ben attrezzate di rifornimento e di deposito delle merci, lungo le coste del Mar Mediterraneo. Lì i mercanti si fermavano per riposare e per caricare e scaricare i prodotti in appositi magazzini. Il luogo veniva scelto con cura: il territorio doveva essere facilmente difendibile e ospitare un porto naturale. Ricostruzione della città di Cartagine con il porto. Le rovine della città di Cartagine, fondata nell 814 a.C. Cartagine dominò i commerci nel Mar Mediterraneo per molto tempo e la sua in uenza si estese anche sul resto del continente africano. Nel tempo, gli empori si ampliarono, fino a diventare delle vere e proprie città: si costruirono strade, mura difensive, abitazioni, templi; molti Fenici vi si trasferirono per viverci stabilmente. Nacquero così le colonie. Nella maggior parte delle colonie si mantenne la lingua, la religione e le leggi della lontana madrepatria, anche se alcune diventarono così potenti da rendersi del tutto indipendenti e autonome. I Fenici fondarono colonie in Spagna, in Italia e in Africa settentrionale, dove c era Cartagine, la più famosa e importante di tutte. MI ALLENO CON LE CARTE Osserva la carta geostorica e completa la didascalia con i nomi delle colonie fenicie. I Fenici fondarono: nella Penisola Iberica; in Africa settentrionale; in Sardegna; in Sicilia. 108

STORIA 4
STORIA 4
SFOGLIAMONDO