STORIA 4

FOCUS Quaderno p. 160 su... Le invenzioni dei Fenici La soffiatura del vetro I primi a produrre la pasta di vetro opaca furono gli Egizi. I Fenici perfezionarono la loro tecnica fino a ottenere il primo vetro trasparente della Storia. Per creare la pasta si fondevano insieme sabbia, acqua e sale. Il composto morbido e facile da lavorare veniva modellato soffiando attraverso una cannuccia di metallo. Le sfumature di colore si ottenevano con l aggiunta di sostanze coloranti. Grazie alla tecnica della soffiatura, i Fenici resero il vetro sempre più sottile. Realizzarono oggetti di uso quotidiano (vasi, bicchieri e anfore) e gioielli molto richiesti nel mondo antico. La porpora Il murice. Il termine «Fenici deriva da phoinix che significa «rossi . Furono i Greci a chiamarli così, dato il successo della produzione della porpora. I Fenici sono ricordati soprattutto per la produzione della porpora, una sostanza naturale di colore rosso ricavata dal murice, un mollusco marino. I murici venivano immersi in una vasca d acqua dolce fino a quando espellevano la sostanza colorata (1). Questa veniva raccolta e bollita per una decina di giorni (2), per renderla più densa. Successivamente, vi si immergevano i tessuti (3). Quando le stoffe avevano assorbito il colore venivano stese al sole per asciugarle. Con il colore si tingevano la lana, il cotone o il lino. Le diverse tonalità di colore, dal rosa pallido al viola intenso, dipendevano dal tipo di stoffa e dal tempo di immersione. Siccome ogni mollusco espelleva una piccola quantità di colorante, occorrevano moltissimi murici per tingere un solo abito. Per questo motivo, i tessuti in porpora erano molto pregiati e costosi: venivano indossati soltanto dai re e dai sacerdoti. Osserva le immagini e inserisci nei cerchietti il numero corrispondente alla fase di produzione della porpora. 107

STORIA 4
STORIA 4
SFOGLIAMONDO