STORIA 4

I MICENEI Cultura e religione I Micenei appresero la scrittura dai Cretesi, però nel corso del tempo la rielaborarono per renderla più semplice. A differenza della scrittura cretese, gli storici sono riusciti a decifrarla e l hanno chiamata Lineare B. Si tratta di una scrittura sillabica formata da circa 90 segni. I Micenei erano politeisti e veneravano divinità antropomorfe. Credevano che gli dèi provassero sentimenti umani e si interessassero delle vicende sulla Terra, tanto da intervenire direttamente nella vita degli uomini. Il re era considerato il collegamento tra gli dèi e il popolo, per cui ricopriva il ruolo di capo religioso. I sacerdoti si occupavano dei riti e delle cerimonie religiose. Il dio più importante era Zeus, padre degli dèi e degli uomini; Era, moglie di Zeus, era simbolo della fertilità; Poseidone era il dio della navigazione e Demetra era la dea del grano. Tra i Micenei era molto sentito il culto per i morti. I re e i guerrieri venivano sepolti nelle tombe a tumulo: grandi costruzioni in pietra di forma circolare con il soffitto a cupola. All interno della camera funeraria si riponevano gli oggetti e le armature che il defunto aveva utilizzato in vita e il suo volto veniva coperto con una maschera funeraria. Secondo gli storici e le storiche, la Lineare B deriva dalla Lineare A dei Cretesi, che i Micenei modificarono dopo aver conquistato l isola di Creta. Maschera funeraria di Agamennone, in oro. La cosiddetta tomba di Agamennone ritrovata fuori dalle mura di Micene. In realtà, non ci sono prove che dimostrano che questa tomba sia appartenuta al leggendario re della città. Molto probabilmente vi era sepolto un principe miceneo vissuto molto tempo prima. MI ALLENO A ESPORRE Rispondi a voce. Quale tipo di scrittura introdussero i Micenei? Che cosa pensavano delle loro divinità? Quali erano le più importanti? Dove venivano seppelliti i re e i guerrieri? Che cosa veniva riposto all interno delle tombe? 101

STORIA 4
STORIA 4
SFOGLIAMONDO