Prova 2 - prova facilitata

prova COMPRENSIONE PROVA FACILITATA 2 Leggi con attenzione questo racconto. I PIRATI AFFAMATI 5 10 15 20 25 12 AUDIO Tanto tempo fa una di pirati, magri come acciughe, andava per il mare ad assaltare altre navi. Erano pirati valorosi, coraggiosi, e avventurosi, ma avevano sempre fame: la prima cosa che facevano, dopo ogni , non era quella di cercare tesori, ma di correre in e mangiare tutto quello che trovavano. Un giorno i pirati assalirono un galeone spagnolo, presero il cibo e il cuoco e gli dissero: Attento: se non ci farai leccare i baffi, finirai come pasto per pesci! Così, ogni volta che la nave passava vicino a un isola, il cuoco strillava: Cercate una cipolla! E un pollo! Oppure: Mi servono salvia e rosmarino! E i pirati andavano e prendevano. Il cuoco, che si chiamava José Salsasugosa, era il miglior cuoco di Spagna e cucinava per loro cibi così saporiti che i pirati non solo si leccavano i baffi, ma anche l intera barba! Però, dopo mesi di abbuffate alla gran tavolata da prua a poppa, i pirati diventarono grossi come palloni. E allora furono guai: se salivano alle vele cadevano giù, se si incontravano sul ponte si incastravano nel passaggio, se assalivano una nave cascavano in mare. Ormai, come pirati non valevano più niente. Che fare? Tornare magri come acciughe? I pirati tennero consiglio e decisero: per l ultima volta alzarono le vele (non senza fatica), arrivarono a una certa isoletta che conoscevano, vicina alle rotte principali. Lì, su una deliziosa spiaggia di sabbia dorata che si affacciava su un acqua azzurrissima, fecero incagliare la nave e la ancorarono bene.

Italiano Classe 5
Italiano Classe 5
PROVIAMO LE INVALSI!