I dialetti

Lessico I dialetti EL PIOEUV! CHIOVE! CHIOVI! Nell esempio, tutti e tre i personaggi hanno detto Piove! usando il proprio dialetto: il primo nel dialetto lombardo; il secondo nel dialetto napoletano; il terzo nel dialetto siciliano. Il nostro Paese riporta una grande varietà linguistica: i dialetti sono lingue parenti dell italiano, parlate in un territorio circoscritto; le lingue locali sono parlate da piccole comunità di diversi territori e possono essere antiche o recenti. I dialetti, come il campano, il piemontese, il siciliano, e alcune lingue locali, come l occitano, il ladino, lo sloveno, derivano dal latino e da altre lingue antiche e si sono trasformati nel tempo. Altre lingue locali recenti, come l arabo o il cinese, invece, non sono parenti dell italiano. I dialetti non permettono sempre di comunicare bene perché due persone di due Regioni o luoghi diversi potrebbero non capire il codice dialettale l uno dell altro. quindi importante, in questi casi, usare l italiano che è la lingua ufficiale compresa da tutti. MI ESERCITO E IMPARO 1. Insieme ai compagni, alle compagne e all insegnante, prova a tradurre le parole nel dialetto della tua Regione o nella tua lingua locale. soluzione soggettiva soldi ................................. mela ................................. bambino ................................. lunedì ................................. chiesa ................................. scuola ................................. prendere ................................. fabbrica ................................. gatto ................................. forchetta ................................. 2. Collega ogni parola in dialetto con la sua traduzione ione in italiano. cerasa (Campania) zito (Sicilia) rumenta (Piemonte) bellico (Toscana) 24 fidanzato ombelico immondizia ciliegia ESERCIZI PAG. 155

Riflessione Linguistica 5 con soluzioni
Riflessione Linguistica 5 con soluzioni
L’avventura dei linguaggi