I segni di punteggiatura

Ortografia I segni di punteggiatura In un testo scritto la punteggiatura serve a: riprodurre le pause, l espressività e l intonazione della lingua parlata; separare le parti del discorso in modo da rendere più chiaro il significato delle frasi. Ogni segno ha una propria funzione e delle regole da seguire. II punto indica una pausa lunga. Si usa al termine di una frase. Anna gioca con il suo cane in giardino. La sua mamma intanto prepara il pranzo. La virgola indica una pausa breve. Anna receve una e-mail, ma non riesce a rispondere subito. Si usa anche: per separare i termini di un elenco Mi piacciono gli sport: il calcio, la pallavolo, il basket, la scherma; per indicare un inciso all interno di una frase Ieri mi sono alzato presto, anche se era domenica, per andare in montagna. Il punto e virgola indica una pausa più lunga della virgola, ma più breve del punto. Si usa per separare due frasi all interno di un discorso Nel bosco ci sono diversi animali; se ne trovano molti meno nelle città. I due punti si usano: per introdurre un elenco o una spiegazione Devo comperare: latte, uova, burro e farina; per introdurre il discorso diretto Giulia chiede alla maestra: Può spiegarlo di nuovo, per favore? Il punto interrogativo si usa al termine di una frase per indicare una domanda Ti va di venire da me a giocare? Il punto esclamativo si usa per esprimere emozioni intense come gioia, meraviglia, dolore Aiuto! Ho paura dei ragni! I puntini di sospensione si usano: per indicare l interruzione di un discorso lasciato in sospeso Tutto stava andando bene finché ; per indicare che un elenco continua oltre a quanto scritto Dal fiorista trovi le margherite, le rose, le orchidee Le virgolette e le lineette si usano per aprire e chiudere il discorso diretto Il maestro ha chiesto: Vi siete divertiti durante la gita? Alunni e alunne hanno risposto sì. 12 ESERCIZI PAG. 152

Riflessione Linguistica 5 con soluzioni
Riflessione Linguistica 5 con soluzioni
L’avventura dei linguaggi