DIVENTO COMPETENTE

DIVENTO COMPETENTE LA FORMA DEL NOME 1. Completa la tabella con i nomi sottolineati nel testo. All improvviso in classe si sentì un rumore: sembrava che qualcuno stesse bussando gentilmente al vetro. Era un uccellino. Tutti corsero alla finestra, ma il pettirosso so spiccò un salto e scomparve. Lo spettacolo era finito. Nel frattempo la nebbia, diradandosi, si aprì come un sipario, così tutti gli alunni videro apparire sotto di sé rto. il grande cortile della scuola. Uno spiazzo di cemento, deserto. Bambini, scendete mai in cortile? chiese Lapo, il nuovo maestro di disegno. No, dicono che è pericoloso. Lapo rimase in silenzio, pensieroso. Si stava alzando un mormorio, quando Carla gridò: Usciamo a disegnare! Prendete le matite e andiamo. rispose il maestro. M. D Ignazio, Storia di una matita a scuola, Rizzoli SINGOLARE PLURALE vetro, cortile ...... . ................................................ alunni, bambini ...... . ................................................ FEMMINILE classe, finestra ...... . ................................................ matite ...... . ................................................ MASCHILE IL SIGNIFICATO DEL NOME 2. Leggi il testo e indica con se le affermazioni sono vere (V) o false (F). Uccellino è un nome astratto. V F X Nel testo ci sono due nomi propri. X V F Maestro è un nome comune e individuale. X V F Silenzio è un nome concreto. V X F Nel testo non ci sono nomi collettivi. V X F AUTOVALUTAZIONE Ho compreso bene le consegne? molto 64 poco per niente Ho lavorato con impegno? molto poco per niente Sono soddisfatto/a del lavoro? molto poco per niente

Riflessione Linguistica 4 con soluzioni
Riflessione Linguistica 4 con soluzioni
L’avventura dei linguaggi