Riflessione Linguistica 4 con soluzioni

Il nome MI ESERCITO E IMPARO 3. Leggi la poesia di Gianni Rodari, poi sottolinea i nomi astratti. 4. Cerchia l intruso fra i nomi astratti. Dice un proverbio dei tempi andati leggerezza gentilezza educazione spavento vittoria coraggio alunno vanità tempo simpatia Meglio soli che male accompagnati . Io ne so uno più bello assai: In compagnia lontano vai . Dice un proverbio, chissà perché: 5. Scrivi una frase per ogni nome astratto. Chi fa da solo fa per tre . Da questo orecchio io non ci sento: allegria Chi ha cento amici fa per cento! . serenità gioia amicizia Dice un proverbio ormai da cambiare: ...... .. . .. ...... . ............................. Chi sta solo non può sbagliare! . ...... .. . .. ...... . ............................. Questo, io dico, è una bugia: ...... .. . .. ...... . ............................. Se siamo tanti si fa allegria! . ...... .. . .. ...... . ............................. ...... .. . .. ...... . ............................. G. Rodari, Amici 6. Indica con se i nomi sono concreti (C) o astratti (A). C furbizia gamba quadro odore A X X X X C fantasia velocità matematica mattone A X X X X C debolezza rumore silenzio tristezza A X X X X 7. Nelle frasi sottolinea in arancione i nomi concreti e in verde i nomi astratti. I limoni hanno un sapore aspro. Il mio sogno è diventare una scienziata. I bambini sono la nostra speranza. Ricorda di mantenere le tue promesse. Papà è tornato prima perché hanno anticipato o l orario d uscita dal lavoro. 53

Riflessione Linguistica 4 con soluzioni
Riflessione Linguistica 4 con soluzioni
L’avventura dei linguaggi