L'Ora di Religione - N° 7

a L Ora di Religione 19 Aprile-Maggio 2024 FORMAZIONE IDR saggezza delle vecchie disposizioni aveva escluso di facile impatto mediatico che di appoggiarsi sui i voti decimali proprio nei primi anni di scolarità, risultati della ricerca scientifica. ritenendo accettabile solo per i ragazzi più grandi indubbio che la scala numerica ha una chiail compromesso tra rischi e benefici della comunirezza maggiore di una serie di espressioni verbali, cazione numerica. il cui significato può essere percepito da ognuno in maniera diversa, ma il problema sta proprio nella natura della serie numerica, che è una scala conLa valutazione dell IRC tinua destinata a finalità di calcolo, mentre la vaTutto questo dibattito tra voti e giudizi lascia lutazione serve a collocare gli alunni e le loro presostanzialmente indifferente l IRC, per il quale stazioni in una classe più o meno omogenea, ma vige dal 1930 il divieto di voti e di esami in sicuramente discontinua rispetto alle altre classi tutti gli ordini e gradi di scuola. Sarebbe però in cui sono collocate prestazioni di tipo diverso. da chiedersi il perché di questa limitazione, che La docimologia parla nel primo caso di una scala di non trova giustificazione nella natura della varapporti e nel secondo caso di una scala nominale. lutazione, ma solo nella sua immagine pubblica, Quindi i numeri, quando sono usati per la valutadato che l uso di voti o giudizi è solo frutto di zione, diventano una scala nominale perdendo la una convenzione. loro natura di rapporti o intervalli fissi e assumenDi fatto anche l IRC deve essere valutato do la funzione di etichette per classi di merito più (quanto meno perché la scuola deve in qualche o meno eterogenee. modo rendere conto ai genitori e agli stessi alunCiò che conta nella valutazioni dell efficacia del lavoro scolane sono soprattutto i criteri; ed stico) e quindi l incidenza delle è evidente che spesso si tende modalità comunicative interessa IL NOCCIOLO a classificare allo stesso modo solo per la ricaduta che di riflesso prestazioni diverse che tengono può avere per l IRC: solo nel caso conto di fattori compensativi La differenza tra voti e in cui le altre discipline siano vao limitativi come la continuità lutate con voti numerici può essegiudizi invita a riflettere o discontinuità nell impegno e re visibile il trattamento diverso sulla funzione della valunegli stessi risultati di apprendiriservato all IRC, altrimenti l uso tazione scolastica. mento. In realtà, più che comudi una medesima scala di giudizi nicata con espressioni sintetiche rende l IRC indistinguibile dal re(voti o giudizi poco importa), sto del curricolo. la valutazione dovrebbe essere L importante, però, non è il sempre accompagnata da una motivazione arconfronto o la disparità di trattamento. L importicolata che ne spieghi le circostanze, i criteri, le tante è tornare a riflettere sulla funzione della prospettive e il riferimento al percorso di crescita valutazione scolastica e condividerne obiettivi dell alunno. Per brevità si ricorre a formule sine modalità con gli alunni e con le famiglie, per tetiche, ma questo non giova alla funzione edurendere loro un sempre migliore servizio. cativa della valutazione. Oggi si parla spesso con enfasi di valutazione educativa, dimenticando che i codici comunicativi tradiscono platealmente quella dichiarata funzione. Inoltre, con i numeri è possibile fare operazioni, come la media o le graduatorie, che sono esattamente il contrario di ciò che la valutazione scolastica dovrebbe essere. Anche con i giudizi sintetici si possono fare medie ponderate, ma la complicazione procedurale dovrebbe almeno scoraggiare un po queste semplificazioni e distogliere l attenzione dalla preoccupazione esagerata di tanti genitori (e di riflesso di tanti alunni) sulla misurazione del risultato e sulla cultura della competizione che vi corrisponde. Non a caso la

L'Ora di Religione - N° 7
L'Ora di Religione - N° 7
Aprile-Maggio 2024