L’ESPERTO RISPONDE - Problemi giuridici e amministrativi di

RUBRICHE L esperto risponde Problemi giuridici e amministrativi stione: un Dirigente Scolastico insiste perché l ufficio invii una nuova proposta di nomina per IdR che ha conseguito il titolo in tempo utile per la trasformazione del contratto come stabilito dalla normativa sulle supplenze del 6 agosto 2021. Noi pensiamo che il titolo di studio sia la condizione necessaria e sufficiente per ottenere la trasformazione, ma il DS reclama una nuova proposta. Che cosa fare? Ringrazio per la disponibilità. Sergio Cicatelli Insegnante CONTINUIT DIDATTICA Gentile professore, per ottimizzare le ore di alternativa la DS ha chiesto a me e alla mia collega la possibilità di scambiarci alcune classi per avere il più possibile un orario con classi parallele. In nome della continuità didattica noi abbiamo rifiutato. Che cosa ne pensa? Per l organizzazione dell istituto è legittima la richiesta fattaci? Come l iniziativa di far fare alternativa alle insegnanti di classe usando le ore di compresenza invece che nominare un insegnante apposita? Grazie mille come sempre per l attenzione. La richiesta della dirigente è impropria ed eccessiva. Tra l IRC, che ha un percorso didattico da svolgere nell arco di più anni, e l attività alternativa, che ha un orizzonte programmatorio al massimo annuale, non vi è dubbio che debba prevalere l attenzione all IRC e che quindi non si possa subordinare la sua organizzazione a quella dell alternativa. La continuità didattica è inoltre un principio da tutelare particolarmente nel caso di una disciplina che ha poche ore di insegnamento settimanali. quindi del tutto legittimo il rifiuto delle interessate alla richiesta esorbitante della dirigente. Al contrario, è legittimo utilizzare le insegnanti di classe per l attività alternativa, anche se resta da chiarire in quale tipo di compresenza esse sarebbero coinvolte. La richiesta del dirigente scolastico si può ritenere un eccesso di zelo o una manifestazione di insicurezza, dato che la normativa richiamata parla di una trasformazione del contratto (da supplenza temporanea a incarico annuale) che può benissimo avvenire d ufficio o, meglio, su richiesta dell interessato che comunica alla scuola il conseguimento del titolo. La gestione del contratto compete infatti esclusivamente all autorità scolastica, che deve regolarsi sulla base della documentazione in proprio possesso. Tuttavia, dato che si tratta di un passaggio abbastanza semplice, si può soddisfare la richiesta e riformulare la proposta di assunzione precisando che l insegnante ha conseguito il titolo in un una certa data (ovviamente prima del 31 dicembre), a partire dalla quale può vedere trasformato il proprio rapporto di lavoro in incarico annuale. Purtroppo ci sono ancora dirigenti che faticano ad assumersi le loro responsabilità e cercano un punto di appoggio esterno. PER RIVOLGERE DOMANDE ALL ESPERTO scrivi a: TRASFORMAZIONE DEL CONTRATTO redazionescuola@elledici.org Sono il vice Direttore dell Ufficio Scuola della Diocesi di e scrivo per la seguente que- L Ora di Religione 60 Febbraio 2024

L'Ora di Religione - N° 5
L'Ora di Religione - N° 5
Febbraio 2024