DIDATTICHE SPECIALI - Uno per tutti, tutti per uno di

PRIMARIA Didattiche speciali $RRDQD RNKHC@KH D BNMCHUHCDQD K@ RN DQDMY@ RDFTDMCN K DRDLOHN CH &DR Uno per tutti, tutti per uno e per la bambina marocchina un PDP, documenti che ha condiviso con la famiglia. Simonetta Michelotti Insegnante PROGETTAZIONE DIDATTICA Vedi l Allegato 1 nei Giuseppe (nome di fantasia) ha 9 anni, frequenta la classe terza primaria. un bambino ipovedente, dimostra un intelligenza pronta e vivace, le sue prestazioni scolastiche sono molto soddisfacenti; è affiancato da un insegnante di sostegno per 24 ore settimanali. inserito in una classe formata da 16 alunni, 9 maschi e 7 femmine. Giuseppe per migliorare le prestazioni di letto-scrittura, utilizza alcuni ausili come ad esempio: PC con carattere ingrandito e più luminoso, videoingranditore. Giuseppe è ben inserito nel gruppo classe, ha un buon rapporto con tutti i compagni, anche se predilige condividere lo studio con alcuni. Come tutti i bambini ipovedenti, mostra una motricità alterata nelle conoscenze spaziali, anche la deambulazione e la prensione sono ridotte rispetto a quelle dei compagni, tende a tenere le mani ferme riducendo al minimo gli interessi esplorativi. Dal secondo quadrimestre dell anno scorso, è stata inserita una bambina proveniente dal Marocco, maggiore di età di un anno rispetto agli altri alunni. Il suo inserimento ha creato un po di difficoltà per alcune problematiche: mancanza di conoscenza della lingua italiana, scarsa capacità di concentrazione e di autonomia, pertanto ha avuto bisogno di molta attenzione da parte delle insegnanti. Il team docenti ha predisposto per Giuseppe un PEI L Ora di Religione . PROPOSTA DIDATTICA IRC La complessità della realtà sociale e culturale in cui viviamo chiede alla scuola di promuovere valori e principi fondamentali quali solidarieà, pace, unità, rispetto, condivisione. La solidarietà rappresenta una necessità vitale nella società; tutti hanno il dovere di aiutare chi in quel momento ne ha bisogno. Educare alla solidarietà significa sviluppare l intelligenza emotiva, l empatia e l attenzione al prossimo. Le attività didattiche sono proposte per bambini della scuola dell infanzia (5 anni) e della scuola primaria. METODOLOGIE DIDATTICHE PRIVILEGIATE Cooperative Learning; Brainstorming. SVOLGIMENTO Invitiamo i bambini a cercare nel dizionario la definizione di «solidarietà . Partendo dalla spiegazione, per invitare gli alunni a riflettere sull importanza della solidarietà tra le persone avviamo una conversazione con alcune domande stimolo: «Che cosa significa secondo voi essere solidali? Perché è così importante la solidarietà? Conoscete associazioni che si impegnano per soddisfare i bisogni delle persone meno fortunate? . 50 Febbraio 2024

L'Ora di Religione - N° 5
L'Ora di Religione - N° 5
Febbraio 2024