L'Ora di Religione - N° 5

INFANZIA Unità di Apprendimento La pecorella smarrita: Dio ama tutti la sua casa distrutta dalla tempesta; i semi che crescono, muoiono, portano frutto. Le parabole di Gesù vogliono parlare all uomo di ogni tempo e non si limitano a una lettura religiosa della vita, toccano argomenti come l economia, l etica, la giustizia, il desiderio di vendetta. Ecco perché diventano per noi insegnanti una miniera a cui attingere per portare ai nostri bambini almeno una parte di quell insegnamento fondamentale, di amore, che con la sua vita, Gesù maestro credibile ha voluto comunicarci, per far sì che la nostra vita, come afferma Papa Francesco, ne esca trasformata. Vorrei partire dalle parole di Papa Francesco. La mitezza del pastore «Un pastore che non è mite non è un buon pastore. Ha qualcosa di nascosto, perché la mitezza si fa vedere come è, senza difendersi. Anzi, il pastore è tenero, ha quella tenerezza della vicinanza, conosce le pecore a una a una per nome e si prende cura di ognuna come se fosse l unica, al punto che quando torna a casa dopo una giornata di lavoro, stanco, si accorge che gliene manca una, esce a lavorare un altra volta per cercarla e [trovatala] la porta con sé, la porta sulle spalle (cf Lc 15,4-5). Questo è il buon pastore, questo è Gesù, questo è chi ci accompagna tutti nel cammino della vita. E quest idea del pastore, quest idea del gregge e delle pecore, è una idea pasquale (Papa Francesco, omelia 3 maggio 2020). Come Gesù parlava di Dio «Gesù stesso parlava di Dio non con discorsi astratti, ma con le parabole, brevi narrazioni tratte dalla vita di tutti i giorni. Qui la vita si fa storia e poi, per l ascoltatore, la storia si fa vita: quella narrazione entra nella vita di chi l ascolta e la trasforma (Papa Francesco, Messaggio per la 54a Giornata mondiale delle comunicazioni sociali). ATTIVIT Prenderemo in esame tre parabole: il buon Pastore, la casa costruita sulla roccia e il seminatore. Di esse darò una possibile lettura e proporrò delle attività. Come ho già sottolineato gli interrogativi posti dalle parabole sono numerosi, quindi prendete i miei suggerimenti come spunti su cui costruire nuovi giochi, attività, discussioni. L uomo è un essere narrante, abbiamo bisogno di storie, le storie accompagnano l umanità dalla sua nascita e i bambini ne sono ghiotti (come gli adulti in realtà); quindi vi invito a sfruttare questa grande risorsa della Buona Novella. Nell affrontare il tema delle parabole è inevitabile ed è giusto presentare Gesù come Maestro. Gesù è un Maestro che vuole far sperimentare l amore di Dio ai suoi amici, e per farlo arriverà a dare la propria vita. bene che i bambini, nelle nostre ore di insegnamento riescano a riconoscere in Gesù un maestro credibile. Un maestro credibile è qualcuno di cui possiamo fidarci, è qualcuno i cui insegnamenti possono renderci persone migliori. L Ora di Religione Ecco ben presentato il nostro maestro credibile, Gesù. Un maestro che non abbandona nessuno, che conosce tutti e che va a cercare chi si perde. Iniziamo raccontando ai bambini la Parabola. Vi suggerisco di fare un racconto animato in cui potete nascondere una pecorella tra i bambini magari. Una valida alternativa utile per le scuole dotate di LIM è la visione su YouTube della Parabola. Vi consiglio un video che presenta solo immagini ed è privo di racconto (inquadra il QR code o vedi la «Pagina dei link ). Le immagini prive di voce narrante permettono di far raccontare ai bambini stessi la storia, arriveranno quindi a trarre l insegnamento da soli, guidati dalle vostre domande. Dopo aver raccontato la Parabola potrete far sperimentare ai bambini la cura del pastore verso le sue pecore. 22 Febbraio 2024

L'Ora di Religione - N° 5
L'Ora di Religione - N° 5
Febbraio 2024