L'Ora di Religione - N° 5

L Ora di Religione Gesù ha lasciato la regola d oro come insegnamento fondamentale, ma nella sua vita pubblica più volte ha insegnato a coloro che lo seguivano utilizzando immagini e situazioni della vita quotidiana per rendere fruibile il messaggio divino. Le Parabole usano appunto un linguaggio e tematiche legati alla vita reale di ogni giorno per far scoprire insegnamenti morali. Non è necessario che i bambini comprendano a fondo il significato di Parabola, ma è bene che sappiano che Gesù raccontava ai suoi discepoli delle storie per insegnare loro. L uomo, un essere narrante «L uomo è un essere narrante. Fin da piccoli abbiamo fame di storie come abbiamo fame di cibo. Che siano in forma di @AD CH QNL@MYH CH KL CH B@MYNMH CH MNSHYHD KD RSNQHD HM TDMY@MN K@ MNRSQ@ vita, anche se non ne siamo consapevoli. Spesso decidiamo che cosa sia giusto o sbagliato in base ai personaggi e alle storie che abbiamo assimilato. I racconti ci segnano, plasmano le nostre convinzioni e i nostri comportamenti, possono aiutarci a capire e a dire chi siamo (Papa Francesco, Messaggio per la 54a Giornata mondiale delle comunicazioni sociali). GES E LE PARABOLE Gesù, conoscitore profondamente attento dell uomo, parla in Parabole e la Parabola ci coinvolge, portandoci a vedere il mondo in modo diverso; la storia deve essere interpretata e nell interpretazione tutti sono tenuti in considerazione: le 99 pecore così come quella smarrita; l uomo che costruisce la casa sulla roccia come quello che vede IL NOCCIOLO L uomo è un essere narrante, le storie ci interrogano, ci coinvolgono, ci insegnano e Gesù Maestro credibile vuole farci crescere entrando proprio nel mondo delle storie. 21 Febbraio 2024 INFANZIA Gesù, un maestro raccontastorie Per preparare la nostra catena ci trasferiamo al mercato: proprio come al mercato si va a fare la spesa di ciò che ci serve, così ogni bambino potrà prendere ciò che ritiene necessario per preparare l anello della catena. Spiegate ai bambini che avranno bisogno di: una striscia di cartoncino bianco, un simbolo che rappresenti una delle buone azioni di cui abbiamo parlato le volte precedenti, dei colori. La colla sarà a disposizione di tutti (vi consiglio di tirare fuori le vostre «spugne appiccicose ) e servirà per incollare il simbolo scelto sulla striscia di cartoncino. Un bambino per volta, in parte guidato da voi, farà il giro al mercato procurandosi il necessario. Utilizzando la CAA (Comunicazione Aumentativa Alternativa), vi invito a creare i simboli che rappresentino le buone azioni di cui abbiamo parlato nelle lezioni precedenti, mescolati a simboli di azioni negative. La scelta del simbolo sarà per voi un ulteriore verifica sulla capacità del bambino di individuare e riconoscere azione positive e azioni negative. Che cosa sono i simboli in CAA? Sono delle immagini che permettono di comunicare a chi ha delle difficoltà di linguaggio. Ci sono tipologie di simboli diverse, ma è fondamentale che le immagini assomiglino visivamente al concetto che vogliono rappresentare. possibile scaricare i simboli gratuitamente a patto che non vengano utilizzati a scopo commerciale (vedi nella «Pagina dei link nei ). Mano a mano che i bambini hanno il materiale necessario iniziano a creare il loro anello: sulla striscia incolleranno l immagine pittografica, coloreranno la striscia e la decoreranno come meglio credono (potete aggiungere nel mercato delle decorazioni da utilizzare: timbri, sagomine in carta colorata, nastri, ecc.); vi porteranno poi il lavoro finito. Con una pinzatrice intrecciate le varie strisce chiudendole ad anello. La catena cresce sempre di più. Se nella stessa scuola lavorate in più sezioni, cercate di non fare una catena a sezione, ma di unire i lavori di tutti i bambini. Otterrete così una catena molto più lunga e inoltre lascerete ai bambini il prezioso messaggio che tutti camminiamo insieme, non solo i bambini di quella sezione.

L'Ora di Religione - N° 5
L'Ora di Religione - N° 5
Febbraio 2024