OSSERVO E AGISCO - Impariamo ad apprezzare il silenzio di

INFANZIA Osservo e agisco Maria è l esempio migliore di ascolto e attesa Impariamo ad apprezzare il silenzio interno, che con un termine cristiano potremo chiamare «coscienza , che Dio parla all uomo. Francesca Fabris Autrice e docente IL BRANO BIBLICO PREMESSA Dio vuole essere nostro amico, darci consigli, starci vicino quando abbiamo bisogno di Lui. Dio ci parla attraverso le persone che ci stanno accanto. Oppure con una voce che possiamo ascoltare nella nostra coscienza, come un pensiero della mente. Ma per capire le sue parole, occorre fare silenzio, perché la voce di Dio è sottile. Il rumore e la confusione potrebbero schiacciarla. L Avvento è il tempo liturgico dell attesa, e il personaggio biblico che meglio esprime l aspetto dell attesa coniugata al silenzio è Maria. Lei ha saputo fare silenzio per riconoscere la voce di Dio che, attraverso le parole dell angelo, le ha annunciato la grande notizia che dal suo grembo sarebbe nato al mondo il Dio fatto uomo. Per stare bene insieme in una comunità di persone occorre imparare ad ascoltarsi l un l altro. L ascolto favorisce il dialogo, ma non stiamo parlando di un dialogo che è un semplice parlare per parlare, ci riferiamo a un dialogo che è anche scambio di idee, ascolto delle ragioni dell altro, disponibilità a cambiare opinione, consapevolezza che la verità va ricercata con l apporto dell altro e soprattutto che non tutti la pensiamo allo stesso modo. Il dialogo è un valore per la convivenza perché parlando si comprendono più a fondo le persone. Anche con Dio valgono le stesse regole, e per instaurare un dialogo che sia accogliente dobbiamo avere fiducia in Lui, ma anche in noi stessi. Occorre poi esercitarsi a stare in silenzio, perché è nel silenzio che si impara ad ascoltare l altro. Già Maria Montessori introdusse nel suo sistema educativo l «esercizio al silenzio : la pedagogista riteneva che silenzio e solitudine (intesa come saper stare da soli) rappresentassero per il bambino una possibilità di sperimentare il controllo sulle proprie emozioni e di scoprire la propria interiorità. Con il silenzio, il bambino impara a porsi in un atteggiamento di ascolto, «osservando dall interno . Ed è proprio in questo L Ora di Religione Una voce amica del silenzio Raccontiamo ai bambini l episodio dell Annunciazione. Descriviamo l angelo come una persona celeste che ha il compito di portare agli uomini i messaggi di Dio. L angelo che ha parlato a Maria si chiamava Gabriele. L importante messaggio che doveva riferire è che Dio aveva scelto Maria perché diventasse la mamma di Gesù, il Figlio di Dio (Lc 1,26-38). Che gioia avrà provato Maria quando ha saputo che presto sarebbe diventata mamma! 26 Dicembre 2023

L'Ora di Religione - N° 3
L'Ora di Religione - N° 3
Dicembre 2023