L'Ora di Religione - N° 3

Maria, di fronte alla richiesta illogica dell angelo, dice il suo «sì senza pensarci. Mentre l universo trattiene il fiato in attesa della risposta che cambierà la Storia dell umanità, questa giovane ragazza apre il suo cuore all impensabile. Nel silenzio il «sì di Maria Parlando dell attesa, il nostro pensiero vola a Maria. Maria madre, che nel silenzio, ha accolto la venuta di Dio sulla Terra prima di chiunque. LA RICCHEZZA DEL SILENZIO Vogliamo allora approfondire la ricchezza del silenzio. Il silenzio è comunicazione, ma non solo: il silenzio permette la comunicazione. Come si può comprendere e ascoltare senza silenzio? Come si può riflettere e trovare risposte nel caos? L attesa è accompagnata sempre da momenti di silenzio; sono questi momenti a rendere l attesa stessa carica di significato perché permettono all individuo di viverla nel profondo. Il silenzio permette a ognuno di noi di prendersi cura di se stesso. Dice ancora Papa Francesco nella sua omelia del 1° gennaio 2018: Maria non parla «Maria non parla: il Vangelo non riporta neanche una sua parola in tutto il racconto del Natale. Anche in questo la Madre è unita al Figlio: Gesù è infante, cioè senza parola . Lui, il Verbo, la Parola di Dio che molte volte e in diversi modi nei tempi antichi aveva parlato (Eb 1,1), ora, nella pienezza del tempo (Gal 4,4), è muto. Il Dio davanti a cui si tace è un bimbo che non parla. La sua maestà è senza parole, il suo mistero di amore si svela nella piccolezza. Questa piccolezza silenziosa è il linguaggio della sua regalità. La Madre si associa al Figlio e custodisce nel silenzio (Papa Francesco, omelia del 1° gennaio 2018). «E il silenzio ci dice che anche noi, se vogliamo custodirci, abbiamo bisogno di silenzio. Abbiamo bisogno di rimanere in silenzio guardando il presepe. Perché davanti al presepe ci riscopriamo amati, assaporiamo il senso genuino della vita. E guardando in silenzio, lasciamo che Gesù parli al nostro cuore: che la sua piccolezza smonti la nostra superbia, che la sua povertà disturbi le nostre fastosità, che la sua tenerezza smuova il nostro cuore insensibile. Ritagliare ogni giorno un momento di silenzio con Dio è custodire la nostra anima . Facciamo assaporare ai bambini la bellezza del silenzio, facciamo scoprire quanto il silenzio sia essenziale. Vi propongo due giochi. GIOCO 1 ,O WHOHIRQR VHQ]D OL Si può proporre questo gioco ai bambini più grandi perché i più piccoli potrebbero avere ancora qualche problema di pronuncia di alcune parole. Se volete invece proporlo anche ai più piccolini, dovete proporre parole semplici, facilmente ripetibili e ricordabili. Che cosa ci insegna il telefono senza fili? Innanzitutto che per capire è importante ascoltare. E non si ascolta se non si sta in silenzio. GIOCO 2 Facciamo silenzio! Preparate diverse carte con immagini; i bambini giocheranno a turno, in coppia. L Ora di Religione 23 Dicembre 2023 INFANZIA si sentono ascoltati. Secondo Martin Buber le conversazioni sono la chiave per comprendere chi siamo e come siamo.

L'Ora di Religione - N° 3
L'Ora di Religione - N° 3
Dicembre 2023